Soldatini plastica e metallo


Italeri 6700 Operation Overlord SCALA 1/72

ITALERI

Italeri 6700 Operation Overlord SCALA 1/72

Italeri 6700 Operation Overlord SCALA 1/72. Questa scatola contiene le seguenti figure non dipinte, in scala1/72 :100 fanti tedeschi, 100 fanti americani. Contiene i seguenti modelli da assemblare, non dipinti, in scala 1/72: 1 carro armato tedesco Panzer IV, 1 carro armato americano M4 Sherman. Contiene numerosi accessori di vario tipo, il regolamento di gioco, le tabelle riassuntive, 2 mazzi di carte, 10 dadi, i segnalini, le istruzioni di montaggio grafiche, il foglio delcalcomanie per le decorazioni, 1 pennello ed un barattolo di colla atossica. I modelli forniti non sono dipinti, per il montaggio occorrono la colla, contenuta nella confezione, ed i colori, che non sono compresi nella scatola. Prodotto adatto ai bambini di età superiore ai 10 anni.
MiniArt 35254 SOVIET TANK CREW (for Flame Tanks & Heavy Tanks of Breakthrough) Scala 1/35

MINIART

MiniArt 35254 SOVIET TANK CREW (for Flame Tanks & Heavy Tanks of Breakthrough) Scala 1/35

MiniArt 35254 SOVIET TANK CREW (for Flame Tanks & Heavy Tanks of Breakthrough) Scala 1/35. Le truppe corazzate e meccanizzate dell'Armata Rossa iniziarono a formarsi su scala più ampia alla fine degli anni '20 e '30. Soprattutto negli anni '30 si sono sviluppati in modo dinamico. Ciò si è riflesso sia nella struttura organizzativa che nelle attrezzature. Sul primo di questi aerei iniziò nel 1932 la formazione di corpi meccanizzati, la cui struttura si sviluppò fino allo scoppio della seconda guerra mondiale. Per quanto riguarda l'equipaggiamento, sono stati introdotti nuovi tipi di carri armati, come il BT-5, BT-7, T-26 e il carro armato multi-torretta T-28. Anche i carri armati di grande successo sono entrati in linea poco prima dell'inizio della guerra con il Terzo Reich - ovviamente, stiamo parlando del KW-1 e del T-34. Tuttavia, nonostante il fatto che al momento dell'aggressione tedesca le forze corazzate sovietiche avessero un vantaggio quantitativo sull'aggressore, subirono enormi perdite di uomini e attrezzature nel primo periodo della guerra. Possono essere spiegati dalle carenze dei quadri ufficiali ben addestrati (dopo le epurazioni staliniste degli anni '30), dall'addestramento individuale inferiore delle petroliere sovietiche rispetto ai loro avversari tedeschi o dalle tattiche inferiori utilizzate dagli equipaggi dei carri armati sovietici . Inoltre, la dottrina del loro uso non era coerente e ben fondata nell'addestramento come nell'esercito tedesco. Possiamo anche aggiungere a questo l'ergonomia piuttosto scarsa dei veicoli sovietici o la carenza di stazioni radio a corto e lungo raggio nelle forze armate. Con il tempo, tuttavia, questi errori hanno cominciato a essere corretti più o meno con successo. Ad esempio - dalla primavera del 1942 iniziarono a formarsi eserciti corazzati, che dovevano svolgere compiti principalmente offensivi e che costituivano una struttura leggermente più ergonomica rispetto ai precedenti corpi meccanizzati. Tuttavia, sembra ragionevole affermare che fino alla fine della guerra, l'Armata Rossa ha sottolineato il vantaggio quantitativo piuttosto che il vantaggio qualitativo sul nemico, sebbene abbia introdotto in servizio carri armati di successo come il T-34/85 o l'IS-2 durante la guerra. Questo è chiaramente visibile, ad esempio, durante la battaglia di Kursk nel luglio 1943.
Dragon 3024 U.S. ARMY SPECIAL FORCES scala 1:35

DRAGON

Dragon 3024 U.S. ARMY SPECIAL FORCES scala 1:35

Dragon 3024 U.S. ARMY SPECIAL FORCES scala 1:35 kit di montaggio in plastica. Forze armate degli Stati Uniti ) sono attualmente le truppe più potenti e forti del mondo, con uno staff attivo di circa 1,36 milioni di persone e un budget di 686 miliardi di dollari nel 2018. A seconda delle dimensioni delle forze armate statunitensi, hanno forze speciali estese e ampiamente comprese, che praticamente tutti i tipi di forze armate statunitensi hanno. Ad esempio, nell'esercito degli Stati Uniti sono Rangers o Berretti Verdi e nella Marina degli Stati Uniti sono SEAL. Dal 1987, la supervisione generale della condotta delle operazioni speciali statunitensi spetta allo United States Special Operations Command (USSOCOM), che ha sede presso la base dell'aeronautica militare di MacDill a Tampa, in Florida. L'idea di creare un tale comando è nata poco dopo l'operazione del tutto infruttuosa Orli Pazur nel 1980, il cui fallimento - nel corso delle analisi - è stato determinato proprio dalla mancanza di coordinamento e comando congiunto di varie unità delle forze speciali. I compiti delle unità speciali americane includono, tra gli altri: condurre azioni dirette, azioni antiterrorismo, condurre ricognizioni nelle lontane retrovie del nemico o operazioni antidroga. Forze speciali sono state utilizzate su larga scala durante l'intervento in Afghanistan (dal 2001) e in Iraq (dal 2003).

NAVI IN LEGNO


KEEL KLAMPER MORSA ROTANTE AMATI

AMATI

KEEL KLAMPER MORSA ROTANTE AMATI

Questo speciale scaletto rotante blocca e sostiene i modelli durante le fasi di montaggio, verniciatura e rifinitura. I morsetti mobili scorrono sulla barra in alluminio e, ruotando, permettono di bloccare i modelli nelle più svariate posizioni. La barra, anch’essa completamente rotante ed inclinabile su tutti i lati, consentirà l’accesso a tutte le parti del modello. La base in metallo potrà essere fissata al tavolo da lavoro con due morsetti inclusi nella confezione, oppure posizionata saldamente con quattro viti. Lunghezza barra cm. 40. Include morsetti per il fissaggio.
MYSTIQUE 1750 COREL

COREL

MYSTIQUE 1750 COREL

Assoluta' novita' nel campo delle scatole di montaggio. La nostra realizzazione, tratta dai rilievi di un esemplare d'epoca conservato in un noto museo francese, riproduce un insolito veliero mediterraneo della seconda meta' del XVIII secolo, armato con 18 bocche da fuoco. Lo sciabecco alla "polacca" rappresenta una successiva modificazione del tipo classico, definito "latino" per la presenza di vele triangolari ai tre alberi. Tutto il necessario contenuto nella scatola per realizzare questo grazioso sciabecco, il consueto sistema "tutto tagliato" e la veste grafica dei disegni di grande chiarezza interpretativa, faciliteranno il lavoro di montaggio.
Hunter Mamoli: kit di montaggio in legno MV35 scala 1:72 L.440mm

MAMOLI

Hunter Mamoli: kit di montaggio in legno MV35 scala 1:72 L.440mm

Hunter Mamoli: kit di montaggio in legno MV35 modellino navale in scala 1:72 E' un cutter appartenente alla marina britannica. Lo scopo del cutter era di affrontare i contrabbandieri e come guardia costa per le funzioni militari inoltre il modello era equipaggiato di 12 cannoni e diverse colubrine. Modellino navale di una barca di legno, chiglia e costole tagliate al laser; inoltre la scatola di montaggio contiene tutti gli accessori e minuterie di altissima qualità e curati in ogni minimo dettaglio.

Accessori e materiale per modellismo


Kit aerei in plastica varie scale


ITALERI F-14A TOMCAT 50TH ANNIVERSARY – 1414 SCALA 1:72

ITALERI

ITALERI F-14A TOMCAT 50TH ANNIVERSARY – 1414 SCALA 1:72

Il caccia imbarcato supersonico Grumman F-14 Tomcat è stato l’icona dell’aviazione della U.S.Navy durante gli anni ’80 e ’90. Facilmente riconoscibile per le ali a geometria variabile e per la sua configurazione biposto, il “Tomcat” offriva straordinarie prestazioni operative. Grazie ai suoi due motori General Electric con postbruciatore poteva raggiungere la velocità massima di Mach 2.34. Era armato con un cannone M61 Vulcan da 20 mm e poteva impiegare, oltre ai più convenzionali AIM-9 Sidewinder e AIM-7 Sparrow, i missili a lungo raggio AIM-54 Phoenix. Entrò in servizio attorno alla metà degli anni ’70 sostituendo l’F-4 Phantom II nel ruolo di caccia intercettore e da superiorità aerea. Nel corso della sua carriera operativa ha partecipato a numerose operazioni militari dal Golfo della Sirte alla Guerra in Iraq.
A6M2 Zero Type 21 Weekend edition - Eduard 84189

EDUARD

A6M2 Zero Type 21 Weekend edition - Eduard 84189

Il Mitsubishi A6M Reisen (noto anche come Zero o Zeke) è un caccia giapponese monomotore ad ala bassa interamente in metallo della seconda guerra mondiale. Il volo del prototipo avvenne il 1 aprile 1939 e fu messo in servizio nell'estate del 1940. I primi prototipi erano alimentati da un motore Mitsubishi Zuisei 13, ma dall'A6M2 Model 11 in poi, il Nakajima NK1B Sakae 12 è stato utilizzato un motore con 950 HP, che ha reso l'aereo uno dei migliori caccia del primo periodo della guerra. Nuove versioni furono create poco prima e durante la guerra. Uno dei più famosi fu l'A6M2 Model 21, una versione speciale con ali pieghevoli progettata per le portaerei, preparata all'inizio della Guerra del Pacifico, che divenne il caccia di bordo giapponese di base. Le versioni successive sono A6M3 e A6M5, ognuna delle quali aveva diverse versioni. Il primo utilizzava il motore Nakajima Sakae 21 da 1130 CV con compressore, il che, però, significava un aumento di peso e una diminuzione di autonomia e manovrabilità. Si è cercato di risolvere questo problema nella versione A6M5 modificando l'impianto di scarico, cambiando la forma delle ali e rinunciando a piegarle, aumentando la velocità massima. Il volo di questa versione avvenne nel 1943 e rimase in produzione fino alla fine della guerra. Vale la pena notare che una delle versioni più prodotte dell'A6M5 era l'aereo A6M5C Model 52C «Hei», di cui ne furono prodotti quasi 5.000. Gli aerei "Zero" presero parte all'intera guerra nel Pacifico, servendo principalmente come caccia di coperta, ma anche in larga misura come combattenti dell'esercito. Il "padre" di questo famoso velivolo è stato l'ingegnere Jiro Horikoshi, che ha fatto affidamento sull'esperienza maturata lavorando sull'aereo M5A. Riuscì a sviluppare un aereo molto manovrabile, con ottime proprietà aerodinamiche, perfetto per il combattimento e con un'ampia gittata. Tuttavia, ciò è stato ottenuto a scapito dell'armatura e della mancanza di serbatoi di carburante autosigillanti. Inoltre, per la mancanza di motori aeronautici con una potenza paragonabile alle macchine americane, ogni anno di guerra, "Zero" dalla "supercar", dal 1943, si evolve verso i rivali più deboli P-51, P-47 o F -4 o F- 6. Si è anche rivelata una macchina vulnerabile ai danni e molto vulnerabile al fuoco. Tuttavia, questo non cambia il fatto che gli Alleati, fino al 1943, non disponevano di un velivolo in grado di competere con l'A6M Zero. Dati tecnici (versione A6M2 modello 21): lunghezza: 9,06 m, apertura alare: 12 m, altezza: 3,05 m, velocità massima: 533 km/h, velocità di salita: 15,7 m/s, portata massima: 3105 km, soffitto massimo 10000 m, armamento: fisso - 2 cannoni Tipo 99-1 da 20 mm e 2 mitragliatrici Tipo 97 da 7,7 mm, sospesi - fino a 250 kg di bombe.
MiG-29A "Fulcrum" Italeri 1377 - 1:72

ITALERI

MiG-29A "Fulcrum" Italeri 1377 - 1:72

MiG-29A "Fulcrum" Descrizione SUPER DECAL Il Mikoyan Mig-29 Fulcrum è un caccia bimotore supersonico da superiorità aerea sviluppato nel corso degli anni ’70 come risposta ai nuovi aerei della NATO, come il McDonnell Douglas F-15, ed è entrato in servizio nell’aeronautica sovietica nei primi anni ’80. Il Mig 29, grazie ai due motori Klimov RD-33 con postbruciatore, è in grado di superare la velocità di Mach 2,2. Si caratterizza per un profilo aerodinamico molto armonioso ed elegante con una fusoliera piatta e larga e due derive di coda verticali. E’ armato con un cannone da 30 mm. posizionato alla radice dell’ala sinistra e può impiegare un’ampia varietà di missili aria-aria come gli AA-8 Aphid, gli AA-10 Alamo e gli AA-11 Archer. E’ ampiamente utilizzato dall’aeronautica Russa, dalle aviazioni dei Paesi dell’ Est Europa e dall’aeronautica Indiana. Italeri 1377 - 1:72
SPECIAL HOBBY BREDA 65A-80 “AVIAZIONE LEGIONARIA” – SH48226 SCALA 1:48

SPECIAL HOBBY

SPECIAL HOBBY BREDA 65A-80 “AVIAZIONE LEGIONARIA” – SH48226 SCALA 1:48

Il Breda Ba.65 era un aereo d'attacco italiano ad ala bassa interamente in metallo con carrello di atterraggio retrattile. La trasmissione nella versione base era fornita da un unico motore FIAT A.80 con una potenza di 1000 HP. Il volo prototipo ha avuto luogo nel 1935. La produzione in serie durò negli anni 1935-1939, terminando con la produzione di 217 macchine di questo tipo. L'aereo era armato con due mitragliatrici Breda-SAFAT da 12,7 mm, due mitragliatrici Breda-SAFAT da 7,7 mm e un carico fino a 500 kg di bombe. L'aereo Breda Ba.65 è stato creato su iniziativa di un generale italiano, un asso dei combattenti della prima guerra mondiale - Amadeo Mecozzi. Ha postulato la creazione di un velivolo in grado di collaborare direttamente con le forze di terra in avanzamento, in grado sia di bombardare che di sparare su un bersaglio con armi a bordo. Grazie alla sua influenza nell'aviazione italiana italiana, convinse la società Breda a creare un tale velivolo. Inizialmente, è stato creato il velivolo Ba.64, ma è stato un progetto molto infruttuoso, che ha portato alla riprogettazione di una delle sue versioni di sviluppo e alla creazione di una nuova macchina de facto: il Ba.65. L'aereo era una costruzione moderna a quel tempo, era caratterizzato da buone prestazioni e proprietà di pilotaggio. Gli svantaggi erano principalmente una velocità di decollo e atterraggio molto elevata e un motore notevolmente sovraccarico. Nel corso della produzione in serie, furono create tre versioni di sviluppo di questo velivolo: Ba.65 (versione monoposto), Ba.65 bis (versione bombardiere biposto) e la stessa versione da addestramento marcata (ovvero Ba.65 bis) . Le macchine Breda Ba.65 subirono il battesimo del fuoco durante la Guerra Civile Spagnola (1936-1939). Combatterono anche in Nord Africa nel 1940. Macchine di questo tipo sono state vendute, tra gli altri, in Cile, Paraguay e Portogallo.
AIRFIX AVRO LANCASTER B.III- MODELLO IN PLASTICA DA COSTRUIRE- A08013A – SCALA 1:72

AIRFIX

AIRFIX AVRO LANCASTER B.III- MODELLO IN PLASTICA DA COSTRUIRE- A08013A – SCALA 1:72

Classic Kit aereo A08013A - Avro Lancaster B.III (1:72) Modello di aereo da incollare. Taglia: 1:72; 29,4 cm. La confezione contiene: 236 pezzi da incollare. Informazioni sull'originale: L'Avro Lancaster, il terzo quadrimotore pesante britannico, entrato in servizio con la RAF durante la seconda guerra mondiale, si rivelò un velivolo davvero eccezionale. Aveva, tra le altre cose un rifugio antiaereo molto spazioso, grazie al quale trasportava anche le bombe più grandi che esistevano all'epoca. Almeno trentacinque Lancaster sono riusciti a completare un'incredibile cifra di 100 o più missioni. Per questo motivo, gli storici e gli appassionati di aerei amano soprannominarli "Lancaster Centurions" e quindi designare un gruppo esclusivo di bombardieri estremamente persistenti e meritori. Dettagli del modello: Scala: 1:72 Numero di parti: 236 Lunghezza: 294 mm Apertura alare: 432 mm Difficoltà: 3 Orari di volo a punti: 3 Consigliato per bambini dagli 8 anni. Avvertimento: Pericolo di soffocamento! Il prodotto contiene piccole parti. NON ADATTO A BAMBINI SOTTO I 3 ANNI!
TS-11 'White Eagle Iskra'

MISTER CRAFT

TS-11 'White Eagle Iskra'

TS-11 'White Eagle Iskra' i kit della Mister Craft sono idonei ad un primo approccio al modellismo statico, scala 1:72 Il PZL TS-11 Iskra è un moderno aereo da addestramento e combattimento polacco. Il volo del prototipo ebbe luogo nel 1960. La produzione in serie continuò negli anni 1963-1987, terminando con la produzione di 424 esemplari di questo velivolo. La trasmissione (dal 1969) è fornita da un unico motore jet WSK SO-3 . La velocità massima dell'aereo è di 720 km / h e la portata massima è di 1.250 chilometri. L'armamento del ponte è un singolo cannone NS-23 o NR-23 da 23 mm. Insieme all'ampia introduzione di aerei a reazione nell'aviazione polacca, è diventato necessario costruire un velivolo da addestramento adeguato. Le piante erano responsabili del suo sviluppo e produzione WSK "PZL Mielec", e il suo principale progettista era Tadeusz Sołtyk. Il nuovo velivolo si è rivelato un progetto di successo con buone prestazioni, affidabilità relativamente bassa e bassi costi operativi. Molte varianti di questo velivolo sono state create nel corso della produzione in serie. La prima versione prodotta in serie fu l'Iskra bis-A, ancora alimentata dal motore SO-1. Poco dopo apparve la versione Iskra bis-B, che era già un modello di addestramento e combattimento con la possibilità di prendere armi aeree. Entrata in servizio anche la versione Iskra R, ovvero la versione da ricognizione navale, o Iskra bis D - versione da addestramento e combattimento. È stata creata anche una versione civile senza armi chiamata Iskra Jet. Gli utenti militari del velivolo TS-11 Iskra erano Polonia e India. Nella versione civile, gli aerei sono diretti, tra gli altri, negli Stati Uniti o in Gran Bretagna.

KIT NAVI PLASTICA


Ijn aircraft carrier akagi battle of midway limited edition Hasegawa

HASEGAWA

Ijn aircraft carrier akagi battle of midway limited edition Hasegawa

Ijn aircraft carrier akagi battle of midway limited edition Hasegawa 1:350. Akagi era una portaerei giapponese la cui chiglia fu posata nel 1920, varata nel novembre 1925 e commissionata alla Marina imperiale giapponese nel marzo 1927. La nave era lunga 260,7 m, larga 31,3 m e il suo dislocamento totale era di 41.300 tonnellate. La velocità massima della portaerei Akagi era di circa 30-31 nodi e il suo armamento principale consisteva in 91 aerei a bordo. In origine, Akagi, come un'altra portaerei giapponese, Kaga, era stata costruita come nave di linea nell'ambito del programma di espansione della flotta "8 + 8", ma a causa degli impegni internazionali del governo di Tokyo, i lavori furono interrotti e lo scafo doveva essere demolito. Alla fine, tuttavia, si decise di costruire una portaerei sullo scafo in gran parte finito, cosa che effettivamente accadde. Al momento dell'entrata in servizio, Akagi aveva ben tre ponti di volo, ma con lo sviluppo della tecnologia aeronautica si decise di ricostruirla completamente, cosa che ebbe luogo nel 1935-1938. Di conseguenza, la forma dello scafo fu radicalmente modificata e fu preservato un solo ponte di volo. Durante la seconda guerra mondiale, Akagi prese parte all'attacco a Pearl Harbor nel dicembre 1941 e combatté nell'arcipelago di Bismarck all'inizio del 1942 sostenendo lo sbarco di Rabaul. Nell'aprile di quest'anno ha anche preso parte al famoso raduno della flotta giapponese nell'Oceano Indiano. Prese parte anche alla battaglia di Midway (giugno 1942) dove fu affondato da aerei di bordo americani.
Golden Hind BY HELLER 80829

HELLER

Golden Hind BY HELLER 80829

Durante il regno di Elisabetta I, l’Inghilterra iniziò a stabilire le proprie rotte commerciali marittime. Uno di questi itinerari fu organizzato sotto le spoglie di un viaggio in Egitto da Francis Drake, nel piu’ grande segreto. Il 13 dicembre 1577, cinque velieri partirono da Plymouth verso Alessandria (Pelican, Elisabethan, Marigold, Swan e Benedict). Solo quando raggiunse l’Oceano Pacifico oltre lo Stretto di Magellano, Drake ribattezzò il Pelican Golden Hide per perfezionare il mimetismo della sua missione.

KIT SPAZIO - TELEFILM


Hasegawa CW05-64505 1/1500 Arcadia Hobby Plastic Model Kit

HASEGAWA

Hasegawa CW05-64505 1/1500 Arcadia Hobby Plastic Model Kit

Hasegawa CW05-64505 1/1500 Arcadia Hobby Plastic Model Kit. Scala 1/1500. Spazio Pirate Battleship ARCADIA 1/1500. Completare nuovo stampo dal famoso cartone animato giapponese Galaxy Express 999. 152 pezzi da assemblare e dipingere. Dimensione Modello: Lunghezza 336,5 millimetri, larghezza 164 millimetri. pezzi iniettati in caso modello di colore: verde, marrone, bianco, giallo chiaro e noir.Stand di presentazione inlus. Limited Edition della CREATOR OPERE serie
Galaxy Express 999 Another Story Ultimate Journey' Space Pirate Battleship Arcadia Third Ship - Hasegawa 64802

HASEGAWA

Galaxy Express 999 Another Story Ultimate Journey' Space Pirate Battleship Arcadia Third Ship - Hasegawa 64802

Length: 226.5mm Width: 100mm Maetel's acrylic stand is included! 1/2500 scale Arcadia of Ultimate Journey version package appeared. Maetel's acrylic standuses the cover illustration of Volume 3 of the comic. No glue is required to assemble Arcadia. The four parts colors of green, brown, white, and black make it easy for beginners to assemble. Bow skull parts set "6 teeth". The triple pulsar cannon can rotate the turret and move the barrel up and down, and the space buster (rapid gun) can move up and down. Knife-shaped ram parts (replaceable) on the bow and a stand for display are included. The package uses the original illustration. Arcadia è un'immaginaria astronave (nave da guerra spaziale) sviluppata dall'ingegnere Tochiro Oyama poco prima della sua morte e data al Capitano Harlock. Si presume anche che il creatore della nave sia riuscito a convertire la sua coscienza nel computer principale della nave prima della sua morte, rendendo Arcadia una parte di un cyborg di proporzioni gigantesche. La lunghezza della nave è di circa 400 m, 290 m di larghezza e circa 160 m di altezza! Inoltre, l'unità dispone di apparecchiature elettroniche molto moderne e ha - inevitabilmente - molta autonomia. Sono necessari solo circa 40 membri dell'equipaggio per questa enorme nave. Si presume inoltre che Arcadia abbia potenti armature e armi costituite da pulsar, vibrazioni, pistole a gravità e lanciasiluri. La corazzata Arcadia fa parte dell'universo di fumetti e manga "Captain Harlock" creato dal fumettista giapponese Leiji Matsumoto.

Macchine radiocomandate elettriche e a scoppio


BUGGY DESERT OCTANE XL Off-Road 1/10 elettrico a spazzole Radio Fly Sky 2.4ghz VRX

VRX RACING

BUGGY DESERT OCTANE XL Off-Road 1/10 elettrico a spazzole Radio Fly Sky 2.4ghz VRX

PRONTA ALL'USO, INCLUSA DI RADIO, BATTERIA E CARICABATTERIA. RH1043 - VRX Racing : Octane XL EBD 2.4GHz BRUSHED 4WD ULTRA-4 RTR BUGGY La VRX crea il "Buggy Desert Ocatne XL" ... Buggy in scala 1/10 con caratteristiche da Crawler. La fusione genera un modello a dir poco fantastico, un mix perfetto tra Velocità e Prestazione abbinate ad una massima Affidabilità. Il Buggy Desert ha un nuovo assetto capace di affrontare percorsi tortuosi, come rocce, massi, ghiaia, ecc.., infatti la particolarità sta proprio nella sua capacità di torsione. Il Buggy Desert 1:10 XL off road RTR 4WD, monta di serie Motore RC-550 Turbo speed a spazzole ( Brushed ) abbinato ad un Regolatore di Velocita Esc da ben 300A a tre funzioni auto-programmabile. Il servo direzionale è waterproof, ossia resistente all acqua. Di serie ha un radiocomando 2.4ghz a volantino e ricevente 2.4ghz waterproof. Il tutto è alimentato da una batteria Ni-Mh da 1800 mah di 7,2V che potrà essere ricaricata con il caricabatterie 500 mah in dotazione. E' protetto anteriormente da un paraurti robusto. Infine, l'avantreno offre svariati tipi di regolazione (convergenza, campanatura, altezza del suolo) mentre sul retrotreno (campanatura ed altezza dal suolo). La coppia di ammortizzatori posteriori è completamente in alluminio, in modo per poter offrire una massima affidabilità sulla torsione della zona posteriore. Possono essere montanti con più tipi di angolazione grazie ai suoi svariati punti di fissaggio presenti sulla parte superiore e inferiore. L'accoppiamento Pignone-Corona è ben protetto da una copertura a vaschetta che va a rivestire completamente ponte motore,pignone e corona di trasmissione centrale. La batteria è posta nella parte centrale del modello nel suo apposito alloggio fissata con fascette a strappo. La trasmissione di rotazione viene riportata sulle ruote posteriori senza limitarne la torsione. L'intera zona posteriore è completamente rinforzata da tiranti di supporto che collegano tra di loro tutti i componenti che lavorano al momento della torsione. C'è da dire che il treno di ruote rende una semplice passeggiata anche i percorsi più tortuosi. La gomma ha un ottima tacchettatura e con i suoi quasi 3,5 cm di spalla riesce ad affrontare ogni tipo di dislivello. Esteticamente salta subito all'occhio la carrozzeria, bella e particolare, fissata su una struttura robusta che ricrea l'abitacolo per il pilota e il passeggero. Infatti all'interno della struttura ci sono due omini. Un'altra particolarità di questo modello è la ruota di scorta montata sulla parte posteriore da poter comunque utilizzare visto che è una vera e propria ruote completa supplementare. Disponibile tutta la ricambistica. Specifica tecnica Lunghezza: 500mm Larghezza: 300mm Altezza: 220mm Misure Ruota: 135mm x 55mm Interasse: 328mm -Motore elettrico a spazzole RC-550 Turbo speed -Esc da 300A -Servo direzionale Waterproof -Ricevente 2.4ghz Waterproof -Radio 2.4ghz a volantino -Batteria ni-mh 1800 mah 7,2V -Caricabatteria da 500 mah -RTR.

TRENI


MARKLIN SCAMBIO CURVO R3 = 515 mm / 30°– 24772  SCALA H0

MARKLIN

MARKLIN SCAMBIO CURVO R3 = 515 mm / 30°– 24772 SCALA H0

H0-C 24772 Deviatoio curvo destro R3 = 515 mm / 30°. Curva esterna di 30° che permette un'interasse di 64,3 mm col cerchio parallelo interno. Leva di commutazione manuale inclusa. Due binari di compensazione curvi 24315 sono richiesti sui rami esterno ed interno del deviatoio curvo. E' incluso un elemento di massicciata di collegamento. Sul deviatoio possono essere installati il meccanismo di motorizzazione 74491, il decoder per deviatoi 74461 e la lanterna per deviatoi 74470.

KIT MACCHINE


FUJIMI kit auto ID-39 Nissan Skyline R33 V-Spec scala 1/24 - 046273

FUJIMI

FUJIMI kit auto ID-39 Nissan Skyline R33 V-Spec scala 1/24 - 046273

FUJIMI kit auto ID-39 Nissan Skyline R33 V-Spec scala 1/24 - 046273 KIT DI MONTAGGIO IN PLASTICA. Nissan Skyline è un'autovettura giapponese, che durante la storia della sua produzione è stata classificata in: vettura compatta, vettura di taglia media e vettura di fascia medio alta. auto esecutiva compatta ). L'auto debuttò sul mercato nel 1957 e la sua produzione è tuttora in corso. Nella generazione che è stata introdotta sul mercato nel 2014. l'auto è lunga 479 cm, larga 182 cm, con un passo di 285 cm. Il veicolo presentato fu inizialmente prodotto dalla Prince Motor Company, ma al momento della loro fusione con Nissan nel 1967, l'auto iniziò a essere prodotta con il nome di Nissan Skyline. Vale anche la pena aggiungere che l'ingegnere che in precedenza ha lavorato negli stabilimenti della Prince Motor Company è stato la persona che ha esercitato la maggiore influenza sullo sviluppo di questa vettura Shinichiro Samurai. Si presume che abbia influenzato direttamente o indirettamente le soluzioni tecniche del modello Skyline fino alla sua morte nel 2011! Cronologicamente, la prima generazione dell'auto è stata prodotta tra il 1957 e il 1964 e può essere classificata come un'auto piuttosto lussuosa alimentata da motori con una capacità di 1,5 o 1,9 litri. Col tempo - e con l'introduzione delle generazioni successive - la Skyline divenne sempre più sportiva, come già si vede nei modelli 1968-1972, soprattutto nell'esempio della coupé 2 porte. Le innovazioni per il modello Skyline sono considerate le versioni lanciate nel 1977 (C211 e CG211), che avevano un motore a 6 cilindri completamente nuovo. Dal 2014 è disponibile sul mercato l'ultima versione del modello Skyline, che utilizza motori a combustione da 2,0 e 3,0 litri come unità di propulsione, oltre a un motore ibrido da 3,5 litri. Indubbiamente, per la sua lunga storia e per i vantaggi tecnici, il modello Skyline si è guadagnato il nome di "auto di culto".