D32096

DRAGON

Fw190A-5/U-14 by Dragon 5569

Caccia tedesco, monomotore, interamente in metallo con cabina coperta nel design ad ala bassa della seconda guerra mondiale. I piloti consideravano l'Fw-190 un aereo migliore del Messerschmitt Bf-109. Un aereo ad ala bassa indipendente con un rivestimento Fw-190 funzionante fu commissionato dal Luftfahrtministerium, assemblato nell'autunno del 1937. Kurt Tank ha presentato due proposte di propulsione: la prima con un motore Daimler-Benz DB 601 raffreddato a liquido e la seconda con il nuovo motore radiale BMW 139. Quest'ultimo è stato scelto e il lavoro iniziato nella primavera del 1938 è stato guidato da Obering R. Blaser. Il primo prototipo dell'Fw-190V1 era pronto nel maggio 1939 e fu fatto volare a Brema il 1 giugno 1939 dal capitano Hans Sander. Il secondo prototipo, l'FW-190V2, armato con due mitragliatrici MG131 e due mitragliatrici MG17, tutte di calibro 7,92 mm, volò nell'ottobre 1939. Per ridurre la resistenza aerodinamica, entrambi erano dotati di una presa d'aria a tunnel nel cappello dell'elica, ma i problemi di surriscaldamento del motore hanno portato a un ritorno al collaudato design di protezione dell'anello NACA. Prima che iniziassero definitivamente i test di questi prototipi, era già stata presa la decisione di sostituire il motore BMW 139 con un BMW 810 più forte, ma più lungo e pesante. Ha richiesto molte modifiche, rafforzando la struttura e spostando indietro l'abitacolo, che in seguito divenne un fonte di problemi con il centro di gravità. Il vantaggio era l'eliminazione dei problemi di penetrazione dei gas di scarico e il surriscaldamento dell'abitacolo dovuto alla sua vicinanza diretta al motore BMW 139. Il terzo e il quarto prototipo furono abbandonati e l'Fw-190V5 con il nuovo motore fu completato all'inizio del 1940. Successivamente, ricevette ali con un'apertura aumentata di un metro (dagli originali 9,5 m), che lo rese più lento di 10 km / h, ma la velocità di salita aumentò e la manovrabilità migliorò. Era marcato Fw-190V5g e la variante con l'ala più corta era Fw-190V5k. Le prime sette macchine della serie di informazioni Fw-190A-0 avevano un'ala corta, il resto - una più lunga. La prima unità operativa equipaggiata con l'Fw-190 - 6./JG 26 di stanza a Le Bourget, dichiarò la sua prontezza operativa nell'agosto 1941 e dal primo incontro del nuovo caccia con il britannico Supermarine Spitfire, il suo vantaggio su di loro divenne evidente. Durante la guerra furono create una dozzina di versioni di questo grande aereo. Le macchine della versione "A", insieme a una dozzina di ammodernamenti, servivano come aerei da combattimento. Le versioni contrassegnate come "B" e "C" erano solo prototipi di caccia d'alta quota destinati a combattere bombardieri strategici, ma non entrarono nella produzione in serie. La variante "D", come l'unica degli Fw-190, era alimentata dal nuovo motore Jumo 213A da 1750 CV ed era la risposta tedesca al P-51 Mustang. Il nuovo motore ha esteso la fusoliera di diverse decine di centimetri. Questa variante svolgeva anche principalmente compiti di caccia e caccia d'alta quota. Numerose varianti della versione "F" svolgevano compiti di cacciabombardiere come supporto diretto per il campo di battaglia. La versione "G" svolgeva lo stesso ruolo della versione "F", ma aveva una portata maggiore. Durante l'intera guerra furono prodotte oltre 20.000 copie di questo uno dei migliori caccia della Seconda Guerra Mondiale. Dati tecnici (versione Fw-190A-8): lunghezza: 9m, apertura alare: 10,51m, altezza: 3,95m, velocità massima: 656km/h, velocità di salita: 15m/s, portata massima: 800km, massimale massimo 11410m, armamento : fisso - 2 mitragliatrici MG131 13mm e 4 cannoni MG151 20mm (2 cannoni MG 151 / 20E per la versione D-9).

Ancora nessuna recensione qui!

Non è disponibile alcun allegato!