TG-2 Torpedo Bomber BY Trumpeter | N. 06248 | 1:350

TRUMPETER

TG-2 Torpedo Bomber BY Trumpeter | N. 06248 | 1:350

American biplane torpedo bomber. Il Martin TG-2 è un aerosilurante biplano monomotore americano a bordo, una modifica del velivolo Martin T4M. La principale differenza tra le due versioni era che il TG-2 utilizzava il motore Wright R-1820-86 Cyclone da 620 CV. Sono state prodotte solo 32 copie di questa versione. Queste macchine furono sostituite nel 1938 dal TBD Devastator.
F-16 Cockpit - Italeri 2990

ITALERI

F-16 Cockpit - Italeri 2990

Il General-Dynamics F16 Falcon è un caccia leggero e stormtrooper americano monomotore e multiruolo. I lavori per il progetto F-16 iniziarono nel 1971 presso la General Dynamics (che nel 1993 faceva parte del colosso Lockheed Martin), partecipando al concorso per un caccia multiuso leggero (LWF) per la US Air Force. Il prototipo YF-16 ha volato per la prima volta il 2 febbraio 1974. Una svolta in termini tecnici è stata l'uso di un sistema di controllo elettrico fly-by-wire computerizzato, che ha permesso di ridurre l'area delle ali e della coda, e quindi ridurre il peso dell'intero velivolo. L'F-16 è stato il primo caccia al mondo a utilizzare un tale sistema. Le prime versioni erano in gran parte realizzate in leghe di alluminio (circa l'83% della struttura totale), ma con il tempo hanno ceduto il passo ai compositi. Le diverse versioni dell'F-16 sono alimentate da tre versioni dei motori: Pratt-Whitney F-100-PW-200, General Electric F110-GE100 e Pratt-Whitney F-100-PW-2020. Il "cervello" del sistema di guida era il radar APG-66, successivamente sostituito dal radar APG-68 (V). Vale la pena notare che il progetto YF-16 si è rivelato un tale successo che ha vinto non solo la competizione LWF negli Stati Uniti (in competizione con l'aereo Northrop YF-17), ma ha anche vinto il centenario contratto per un multiruolo combattente per i paesi europei della NATO. I suoi rivali erano le macchine Dassault Mirage F.1 e SAAB J-37 Viggen. La produzione in serie dell'F-16 iniziò nel 1975. Vi hanno partecipato anche i paesi europei della NATO per i quali è stata un'iniezione di nuove tecnologie aeronautiche. L'assemblaggio finale è stato eseguito negli Stati Uniti, in Belgio e nei Paesi Bassi. Il primo F-16A Fighting Falcon seriale è stato pilotato il 7 agosto 1978. È una versione d'assalto dell'F-16, destinata principalmente a contrastare obiettivi a terra. L'F-16 si è dimostrato efficace anche in combattimento, con una serie di vittorie aeree nella guerra in Libano (1982) e durante l'Operazione Desert Storm (1991). Entro la fine del 20° secolo, erano stati prodotti più di 4.000 di questi velivoli di successo. C'erano sei versioni base dell'F-16, contrassegnate come A, C, E (monoposto) e B, D, F (biposto). Sulla base di questi sei modelli vengono realizzati numerosi upgrade, il più delle volte associati alla sostituzione dell'avionica, contrassegnati come "Block". Dal 2006, l'F-16 serve anche nell'aviazione polacca. Il Ministero della Difesa polacco decise che l'F-16 sarebbe stato la spina dorsale dell'aviazione modernizzata, rifiutando le offerte di Dessault e SAAB, sebbene in questo caso fossero caccia Mirage F2000 e JAS-39 Grippen. Indubbiamente la somma più alta proposta dalla società americana nell'ambito del cosiddetto transazione di compensazione. Dati tecnici: Velocità massima: 2.170 km / h, velocità di salita: 254 m / s, soffitto massimo 15240 m, portata massima: 3890 km, armamento: fisso - un cannone M61A-1 a sei canne da 20 mm, sospeso - fino a 9275 kg di carico.
AIRBUS A300-600ST “BELUGA” REVELL 1:144 03817

REVELL

AIRBUS A300-600ST “BELUGA” REVELL 1:144 03817

L'Airbus A300-600ST "Beluga" è un aereo affascinante e ora disponibile come kit modello in scala 1:144. Questo modello dettagliato è perfetto per tutti gli appassionati di aviazione e modellismo che vogliono sperimentare le dimensioni e la bellezza di questo velivolo unico. Assemblare questo modello non è solo un'attività divertente, ma anche una sfida e un piacere allo stesso tempo. Con questo modello, non solo puoi sperimentare il fascino del volo, ma anche farti un'idea della tecnologia e della logistica dietro un simile aereo da trasporto. Caratteristiche: Modello dettagliato in scala 1/144 78 parti e raccomandazione di età da 12 anni Superfici testurizzate estremamente dettagliate e baie del carrello di atterraggio dettagliate Perfetto per modellisti esperti o principianti avanzati Modello di aereo unico e affascinante Informazioni di base: Il nome "Beluga" deriva dalla balena bianca chiamata Beluga, nota anche come balena bianca. L'Airbus A300-600ST ha ricevuto questo nome per la sua forma insolita e la vernice bianca, che lo fa assomigliare alla balena bianca. Con questo modello puoi tenere in mano e ammirare le dimensioni e la bellezza del Beluga. Età: 12+ Lunghezza: 382 mm Larghezza: 316 mm Livello: 4
Takom 6002 Zeppelin P Class Airship

TAKOM

Takom 6002 Zeppelin P Class Airship

Takom 6002 Zeppelin P Class Airship scala 1/350. Zeppelin tipo P (o: classe P) è un termine per una classe di dirigibili tedeschi della prima guerra mondiale. Il volo del prototipo di dirigibili di questa classe ebbe luogo nel maggio 1915. Nel corso della produzione sono stati creati 22 velivoli di questo tipo. La propulsione - nelle prime unità - era fornita da quattro motori Maybach 3M CX da 210 CV ciascuno. Il dirigibile era lungo 163,5 metri e il suo equipaggio era composto da 19 persone. L'armamento del ponte consisteva da 7 a 8 mitragliatrici da 7,92 mm. La macchina potrebbe anche trasportare carichi di bombe fino a 2.000 chilogrammi. Lo Zeppelin tipo P era un tipo di dirigibile prodotto per le esigenze sia dell'esercito che della marina tedesca. Gli obiettivi principali dei dirigibili di questo tipo erano missioni di pattugliamento nel Mar Baltico e nel Mare del Nord e l'esecuzione di bombardamenti sulla Gran Bretagna nel periodo 1915-1916. I dirigibili dell'esercito prestavano servizio anche sul fronte occidentale, orientale e sud-orientale. Zeppelin di questo tipo sono stati creati come modernizzazione dei dirigibili di tipo M e il cambiamento principale è stato quello di aumentarne le dimensioni ed estendere il raggio di volo. Nelle versioni successive di dirigibili di questo tipo, come propulsione furono usati nuovi motori con più potenza. Alla fine del 1915, i dirigibili di classe P furono integrati e sostituiti in linea dal modello Q, che era di dimensioni ancora più grandi e in grado di raggiungere un'altitudine maggiore.
Revell 04744 Fokker Dr.I Richthofen SCALA 1/28

REVELL

Revell 04744 Fokker Dr.I Richthofen SCALA 1/28

Revell 04744 Fokker Dr.I Richthofen SCALA 1/28. Kit in plastica da montare. Aereo da caccia a tre lobi tedesco Fokker Dr. I della prima guerra mondiale. Il lavoro di Anthony Fokker e Reinhold Plat. L'aereo era una risposta tedesca all'apparizione del caccia britannico Sopwith Triplane. Il Fokker Dr.I era caratterizzato da una manovrabilità fantastica, un tasso di salita molto alto e raggiungeva un vantaggio decisivo nel combattimento a ruota con aerei biplani. Tuttavia, aveva una bassa velocità massima (165 km / h), in parte dovuta anche all'uso di un debole motore da 110 CV. I primi veicoli di pre-produzione (contrassegnati dal simbolo V.5) furono testati da eminenti piloti tedeschi: Werner Voss e Manfred von Richthofen, soprannominato il "Barone Rosso". Fu quest'ultimo a rendere famoso questo modello di aereo, ottenendo molte vittorie su di esso. Gli aerei seriali Fokker Dr. I prestarono servizio al fronte dall'ottobre 1917. fino alla fine della guerra. Sono state prodotte in totale 320 unità. Dati tecnici: Velocità massima: 165 km/h; velocità di salita 5,7 m/s, soffitto massimo 6095 m, armamento: due mitragliatrici Spandau da 7,92 mm, che sparano tramite un'elica.
ZVEZDA 7038 Russian Strategic Bomber TU-95MS Bear SCALA 1:144

ZVEZDA

ZVEZDA 7038 Russian Strategic Bomber TU-95MS Bear SCALA 1:144

ZVEZDA 7038 Russian Strategic Bomber TU-95MS Bear SCALA 1:144. Kit in plastica da montare, non contiene colla e colori. Kit aereo bombardiere Tu-95MS "Bear" in scala 1/144 - Modello Zvezda. Il Tupolev Tu-95MS, conosciuto anche come "Bear", è un bombardiere strategico a lungo raggio e a elica progettato dall'Unione Sovietica. Ecco alcune caratteristiche principali di questo iconico aeromobile: Design e propulsione: Il Tu-95MS è caratterizzato da un design distintivo con quattro motori a turboelica NK-12 che azionano grandi eliche controrotanti. Questo design consente al "Bear" di volare a lungo raggio a velocità sostenute, rendendolo uno dei pochi bombardieri a elica ancora in servizio attivo. Capacità di carico: Il Tu-95MS è progettato per trasportare un carico bellico significativo, inclusi missili da crociera, bombe convenzionali o nucleari, e altri armamenti a bordo. La sua capacità di carico consente missioni di bombardamento strategico a lungo raggio. Autonomia: Grazie ai suoi motori efficienti e alla capacità di trasportare carburante, il Tu-95MS ha un'eccezionale autonomia di volo, che gli consente di eseguire missioni di pattugliamento marittimo, sorveglianza e bombardamento strategico su distanze molto estese. Ruoli: Il "Bear" è stato impiegato in una serie di ruoli, inclusi il pattugliamento marittimo, il rilevamento precoce e la sorveglianza, il bombardamento strategico e il trasporto di carichi bellici. È noto per la sua capacità di pattugliare le acque internazionali, in particolare nei pressi delle coste degli Stati Uniti e dell'Europa. Servizio operativo: Il Tu-95MS "Bear" è entrato in servizio nell'Unione Sovietica negli anni '50 e continua a essere utilizzato dalla Russia in varie versioni e configurazioni. È uno degli aerei militari a elica più longevi e iconici del mondo. In sintesi, il Tu-95MS "Bear" è un bombardiere strategico a lungo raggio e a elica sviluppato dall'Unione Sovietica, noto per la sua autonomia, capacità di carico bellico e lunga storia operativa. È un'icona della guerra fredda e rimane un simbolo della potenza aerea russa.
Heller 80445 Concorde Air France Scala 1/125

HELLER

Heller 80445 Concorde Air France Scala 1/125

Heller 80445 Concorde Air France Scala 1/125. Francia e Gran Bretagna iniziarono contemporaneamente studi di base su un aereo supersonico nel 1956. Questi studi portarono nel 1961 a due progetti distinti che furono riuniti il ​​29 novembre 1962 in un unico progetto riunito per le principali compagnie: Aérospatiale, BAC, Rolls- Royce e Snecma. Il primo prototipo 001 lasciò l'hangar di Tolosa l'11 dicembre 1967. Il Concorde aveva già infranto i record di altitudine (21.000 m) e velocità (Mach 2,2). Il 21 gennaio 1976 iniziò un nuovo capitolo nella storia dell'aviazione commerciale, sotto i colori di British Airways e Air France.